TORNATI A CASA DAL MARE I BAMBINI DI GORLOVKA

russianflag

Mare2

 

I bambini di Glubokoe (Gorlovka) sono ritornati a casa dopo la vacanza sul Mar Nero a Tuapse.

 

E’ il secondo anno che la nostra Associazione riesce a mandare lontano dal fronte di guerra un gruppo di bambini con i loro accompagnatori.

 

Oggi abbiamo ricevuto la lettera che pubblichiamo e che ci rende felici di aver potuto allontanare per un paio di settimane, grazie ai nostri donatori, questi bambini dal rumore dei cannoni, dalle notti insonni e dagli timori della guerra di Kiev contro la popolazione civile del Donbass

 

Pace al Donbass! Pace a tutti i bambini del mondo!

 

La lettera era accompagnata dalla seguente frase della persona nostro contatto in loco:

 

I bambini come sono arrivati a casa mi hanno telefonato e pregato di farli ritornare lontano da questo INFERNO della guerra. Tutti hanno ringraziato infinitamente l’Associazione che ha organizzato la vacanza” Elena D.

 

Questa lettera è stata scritta a più mani dai 27 bambini che sono andati al mare:

 

“Finalmente si è concluso l'anno scolastico. Ho iniziato le vacanze mentre i miei genitori hanno continuato ad andare al lavoro. Un’amica di mia madre, la zia Lena, mi ha invitato ad andare sul mar Nero con lei. Sono stata subito d'accordo.

 

La strada verso il mare si è rivelata lunga e tormentosa, ma alla fine siamo arrivati. Il primo giorno abbiamo passeggiato sul lungomare del villaggio di Novomichajlovskij e per la prima volta nella mia vita ho visto il Mar Nero.

 

È talmente grande - un sacco di acqua, bella e pulita. E’ difficile trovare le parole per descrivere questa meraviglia. Sul lungomare camminavamo divertiti, allegre le persone dalla pelle scura. Mi sono piaciuti.

 

Finalmente arrivò il giorno in cui siamo andati a Tuapse. Quando siamo arrivati sul posto e ci hanno dato subito le nostre camere. La mattina seguente siamo andati al mare ma l’acqua è stata fredda per tre giorni, poi l'acqua si intiepidita ma c'erano molte meduse, anche se questo ostacolo non ha ci ha impedito di fare il bagno. Dopo il mare siamo andati a mangiare e ci siamo tutti immersi in piscina. La sera siamo andati a camminare e abbiamo acquistato ricordini per le nostre mamme e le nonne. Lì abbiamo fotografato con pappagalli e scimmie.

 

La spiaggia è disseminata di pietre. Le gambe facevano male quando camminavamo, ma poi ci siamo abituati. E’ così bello nuotare e sguazzare nell’acqua. Mi lasciano andare e mi immergo nell’acqua. L'acqua mi è entrata negli occhi, nel naso nella bocca. Il mare è vero che è salato.

 

È stato spaventoso, ma fantastico. Siamo andati sul catamarano. Accanto a noi navigavano barche a vela e noi venivamo cullati dalle onde che facevano ondeggiare il catamarano in acqua. Ogni giorno andavamo in spiaggia sul mar Nero. Il mare è molto bello. Vederlo ogni volta è diverso – a volte pieno di calma, a volte rumoreggiano le onde. L'acqua allevia lo stress e rilassa. Sul Mar Nero è un classico. Mi piacerebbe ritornarci ancora una volta!

 

La strada del ritorno a casa mi è sembrata più breve di quella dell’arrivo. Mi sono rimasti molti ricordi vivaci e piacevoli del Mar Nero!

 

La vacanza ci è piaciuta molto, ci siamo molto divertiti. Per qualche tempo abbiamo lasciato alle spalle la guerra e abbiamo vissuto una vita tranquilla, non si sono sentiti né esplosioni e né spari. C’era un cielo di pace sopra le nostre teste.

 

Speriamo davvero che presto arrivi la Pace!”

 

Mare2bis