Carta dei Principi

Nel conseguimento dei propri obiettivi “Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus” opera in conformità con i seguenti principi:


PRINCIPIO DI RESPONSABILITÀ

“Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus” non ha solo responsabilità giuridiche ma anche obblighi morali per i contenuti e le conseguenze della propria attività. La definizione degli obiettivi dei nostri progetti (individuali o comunitari), la definizione dei mezzi e dei metodi per raggiungerli è basata su una costante analisi della nostra esperienza con assoluto riguardo all’etica del volontariato.

L’Associazione nel proprio operato prevede costantemente la fattibilità di possibili rischi nell’erogazione degli aiuti prendendo ogni misura volta ad impedirli.

La responsabilità dell’Associazione nei confronti dei donatori e degli assistiti si concretizza in tre ambiti:

- Responsabilità verso i beneficiari (i bambini) avendo pieno rispetto dei loro diritti ed operando nel loro esclusivo interesse;

- Responsabilità verso i partner dell’Associazione, privati, istituzioni pubbliche, strutture pediatriche nella realizzazione degli obiettivi concordati;

- Responsabilità verso i donatori operando nella massima efficienza, efficacia e trasparenza della spesa.


PRINCIPIO DI PROFESSIONALITA’ E VOLONTARIATO

I volontari dell’Associazione operano portando nella loro azione la propria professionalità acquisita nella loro attività professionale fatta di competenza, conoscenza, capacità di gestione delle più complesse problematiche organizzative e finanziarie. Tutto questo viene messo al servizio del loro volontariato nell’attuare gli ideali di generosità, compassione, aiuto al prossimo, partecipazione sociale.

In “Aiutateci a Salvare i bambini Onlus” professionalità e volontariato si esprimono nel più efficace modello organizzativo dell’attività di beneficenza.


PRINCIPI ETICI

Questi i principi che governano il processo di raccolta di fondi inteso come primato dell'etica sulle varie tecniche di raccolta fondi (foundraising)

 

Nell’aiutare Noi escludiamo:

 

• una qualsiasi preferenza nei bambini aiutati sulla base della sua religione, etnia, età, simpatia creata dallo stato del bambino od altre caratteristiche che contraddistinguono un bambino in particolare dal complesso dei casi segnalatici dai nostri partner locali;

 

• un uso eccessivo di dettagli medico clinici e di dati personali, la piena ottemperanza di una condotta pienamente consapevole della privacy nella pubblicazione delle informazioni relative al singolo bambino;

 

• la completa divulgazione e trasparenza dei dati relativi alla raccolta fondi, per singolo caso e complessivamente, attraverso la pubblicazione e divulgazione annua del Rapporto di Attività, del Bilancio sociale e della Relazione integrativa nonché dei dati pubblicati, di volta in volta, sul sito internet dell’Associazione

 

Aiutateci a Salvare i Bambini Onlus