Bambini di Beslan

russianflag

engflag

PERIODO DI REALIZZAZIONE

 

Anni 2004 - 2009

 

 

LUOGO DI REALIZZAZIONE

 

Beslan (Ossezia del Nord - Alania, Federazione Russa) 

 

 

DESCRIZIONE

 

A seguito della strage della Scuola n. 1 della cittadina osseta, Aiutateci a Salvare i Bambini è intervenuta immediatamente in favore della popolazione in due momenti distinti ma parte integrante dell’intero progetto: un primo momento di accoglienza di 33 bambini e 30 adulti ex ostaggio della scuola nella città di Trento per due mesi; un secondo momento d intervento di una equipe di psicologhe dell’Emergenza dell’Università di Padova in loco (2005/2009). 

 

L’obiettivo principale dell’intero progetto è quello di aiutare la popolazione giovanile e gli adulti della città a gestire al meglio il disagio psicologico (DPTS) nel contesto famigliare e scolastico, fornendo al contempo momenti di supervisione e scambio professionale per gli esperti locali operanti sul territorio.

 

Nonostante il nostro operato in questo contesto si sia concluso ufficialmente nel 2009, la nostra Associazione continua a mantenere un rapporto saldo con la città, con la sua amministrazione e con le persone, non solo partecipando a varie commemorazioni in loco ed organizzandone altre nel territorio nazionale, ma anche intervenendo qualora si riscontrassero casi di bambini in difficoltà.

 

 

OBIETTIVI

 

Screening psicologico dei bambini e degli adolescenti per valutare le difficoltà cognitive, emotive e comportamentali presenti (DPTS);

 

Realizzazione di incontri formativi e di supporto a bambini e adolescenti, finalizzati ad insegnare varie tecniche psicologiche per la gestione delle difficoltà personali legate all’evento traumatico;

 

Proposta di alcuni incontri formativi e di supporto per gli insegnanti, con l’obiettivo di favorire un confronto costruttivo sulle modalità di gestione più efficaci del gruppo classe, presentando delle strategie finalizzate al problem solving;

 

Proposta di alcuni incontri informativi e di supervisione indirizzati alla psicologia scolastica e agli esperti locali (psicopedagisti, psicologi, insegnanti) per favorire lo scambio professionale, dare informazioni sulle conseguenze psicologiche a lungo termine di un trauma di comunità, e offrire strumenti di lavoro da utilizzare negli interventi con i bambini e gli adulti traumatizzati.

 

Distribuzione di un CD interattivo (1.000 copie) alla popolazione per la gestione del disturbo post-traumatico da stress (DPTS)

 

 

RISULTATI

 

Costo complessivo del progetto: 400mila euro circa 

 

 

Cosa abbiamo realizzato:

 

Accoglienza a Trento di un gruppo di 63 persone ex-ostaggio della Scuola n.1

 

Tre interventi nella città di Beslan da parte delle dottoresse Ughetta Moscardino, Fabia Capello e Sara Scrimin, Psicologhe dell’Università di Padova specializzate in Psicologia dell’Emergenza

 

Due interventi in Ossezia del Nord – Alania, con la successiva creazione di un apposito CD interattivo per bambini ed adolescenti che potesse fungere da ulteriore aiuto per le psicologhe locali e gli insegnanti

 

Vari incontri formativi e di supervisione indirizzati agli esperti locali

 

Aprontamento, produzione e distribuzione di un CD interattivo alla popolazione della città per la gestione del disturbo post-traumatico da stress (DPTS)